Palestina – Israele e … B.D.S.

Giulia Uberti
15-07-2017
E’ arrivata come un fulmine la notizia della vittoria di BDS in Olanda: una società di trasporto israeliana che ha perso un contratto di 190 milioni di euro!
BDS (= Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni) è un movimento internazionale lanciato da una maggioranza di associazioni della società civile palestinese nel 2005 e ispirato dal movimento contro l’apartheid in Sudafrica. Ai giorni nostri è un movimento internazionale diffuso, e riconosciuto per le sue campagne. La campagna BDS si sta dimostrando capace di ottenere il sostegno di massa e di convincere aziende, istituzioni culturali, artisti e governi ad aderire o osservare il boicottaggio di Israele.

Bus del Servizio Egged a Gerusalemme
Bus del Servizio Egged a Gerusalemme

Lo scorso mese di maggio, Egged Bus Systems (EBS), una filiale di Egged Israel, Società Cooperativa di Trasporti, il più grande operatore di trasporti pubblici Israeliano, ha perso la gara di contratto per la gestione, di dieci anni, dei trasporti pubblici della provincia dell’Olanda settentrionale. Tale contratto, stimato a 19,1 milioni di euro all’anno ha un valore globale di 190,1 milioni di euro.
Egged Bus Systems ha perso questa offerta dopo che attivisti BDS Olandesi hanno lanciato una campagna accusando la società generale israeliana di essere causa di gravi violazioni dei diritti umani palestinesi e delle leggi umanitarie internazionali. Nello specifico, Egged Cooperatives mette in servizio i suoi Bus esclusivamente riservati agli Ebrei. Questi trasporti collegano la quasi totalità delle colonie illegali di Israele, costruite su terreni sottratti ai palestinesi, o terreni militarmente occupati. Questa rete di autobus è vietata ai Palestinesi, essa collega ininterrottamente le colonie illegali costruite su terra palestinese.

Sonja Zimmerman, del Centro servizi sulla Palestina , una coalizione di militanti BDS olandesi per i diritti dei palestinesi , ha dichiarato:
“Noi siamo felici di questo risultato, perché il nostro governo regionale ha rifiutato l’offerta di Egged per la gestione dei trasporti pubblici in Olanda settentrionale. I cittadini possono d’ora in poi utilizzare gli autobus senza contribuire al finanziamento dei bus dell’apartheid israeliano che pratica discriminazioni verso i palestinesi; e questo, senza contribuire ai viaggi di andata/ritorno Tel-Aviv e colonie illegali riservate agli ebrei e costruite su terre rubate.
Non c’è nulla di normale nell’oppressione quotidiana subita dai palestinesi e mi sento confortata di vedere che le nostre campagne BDS in Olanda beneficiano di un sostegno popolare crescente e che queste portano a dei risultati”.
Da parte sua Riya Hassan, rappresentante di BNC (Comitato nazionale palestinese per BDS) ha dichiarato:
“ Felicitazioni a tutti gli attivisti, organizzazioni e collettivi dell’Olanda che hanno rilanciato con successo le loro prime campagne per escludere una società di trasporto israeliana che tira profitti dalla segregazione applicata nei servizi degli autobus, strade e colonie israeliane illegalmente costruite su terre palestinesi rubate. Voi avere contribuito affinché il consiglio regionale dell’Olanda settentrionale si tenga alle sue obbligazioni in relazione a leggi internazionali, non aiutando, né incoraggiando le gravi violazioni dei diritti palestinesi per Israele”.

Edgger Cooperatives è stata inoltre accusata di esporre i conduttori palestinesi a rischio per non essere sufficientemente protetti da violenze di estremisti israeliani. Nel 2014, un centinaio di autisti di bus palestinesi si erano dimessi dal servizio a causa di aggressioni dalla parte dei coloni. Yusuf Hassan-Ramounu era stato trovato morto impiccato in un bus di Egged.
La Società che ha vinto il contratto è Connexxion, una società olandese, che fornirà autobus e avrà la gestione del trasporto pubblico per dieci anni a partire dal 2018.

Fonte: bdsitalia.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.