Sinodo minore a Milano

Giulia Uberti
02-06-2018
La città di Milano ha ricevuto il nuovo arcivescovo nella persona di Mario Delpini il 7 luglio scorso.

l’Arcivescovo-Mario-Delpini

Fin dai suoi discorsi iniziali si sono sentite le preoccupazioni del nuovo Arcivescovo a svolgere tale ruolo ed il suo desiderio di coinvolgere i cittadini per la gestione dell’Arcidiocesi, nell’orientamento e nell’ impostazione della pastorale. “Fare il vescovo a Milano non è una impresa solitaria, ma corale”, dice nei suoi molteplici discorsi. “Entro dalla porta di servizio …” ebbe a dire in uno dei suoi primi interventi per il saluto alla città. “per la mia inadeguatezza, a partire dal mio nome “un po’ banale” a fronte di nomi altisonanti di quanti mi hanno preceduto”.
In data 14 gennaio 2018 nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano, Monsignor Delpini ha dato il via ad una iniziativa che chiama Sinodo minore “ La chiesa dalle genti”. Sinodo significa un cammino, fare strada insieme. Questo Sinodo vuole essere un aggiornamento, che raccolga il frutto del cammino fatto e tenga conto dei cambiamenti avvenuti. Ci propone di camminare insieme “… perché la nostra Chiesa sia sempre meglio “Chiesa dalle genti”, arricchita in questi ultimi anni dalla crescente presenza di donne e uomini provenienti da Africa, Asia, Medio Oriente e America latina”. Viene chiamato Sinodo “minore” perché affronta un solo tema della vita della Chiesa. Un cammino che potrà avere un rilievo oltre i confini della diocesi ambrosiana e i cui risultati potranno costituire una esperienza originale di lavoro con il metodo sinodale incoraggiato da papa Francesco. Il lavoro affronta una singolare prospettiva, quella che negli ultimi anni si indica come “emergenza immigrazione”. Di conseguenza, il Sinodo non avrà ampiezza di argomenti come i Sinodi precedenti, ma non è “minore” vista l’importanza epocale del fenomeno migratorio per la costruzione di una Chiesa dalle genti.

Croce simbolo del Sinodo Minore

Il simbolo scelto per il Sinodo minore è una croce lignea, creata dall’artista Eduardo Bracca Toletti, che ha utilizzato legni diversi per rappresentare i cinque continenti.
L’ultimo Sinodo diocesano fu quello indetto da Carlo Maria Martini 22 anni fa ed aveva avuto come argomento: La Pastorale degli esteri. L’attuale successore arcivescovo Delpini ha indetto il Sinodo minore della Chiesa ambrosiana sul tema: “Chiesa dalle genti” responsabilità e prospettive. Linee diocesane per la pastorale”.
Nella prima fase, terminata al 30 di aprile, si sono tenuti incontri zonali sulla sinodalità rivolti ai Giovani, ai Consigli parrocchiali, ai Religiosi, ai Presbiteri, ai Vescovi. Tutti sono stati invitati, in particolare i laici, a partecipare, a non far mancare il proprio contributo alla costruzione del futuro della Chiesa di Milano. Una chiesa in atteggiamento di ascolto secondo l’insegnamento di papa Francesco, nella consapevolezza che “ascoltare, è più che sentire”. Dopo aver raccolto le osservazioni, e a partire da queste, l’Assemblea sinodale inizierà il suo lavoro di riflessione e discernimento per giungere a una sintesi conclusiva, che verrà consegnata all’arcivescovo Mario Delpini il 4 novembre, festa di San Carlo Borromeo. I frutti di tale lavoro, per desiderio dell’Arcivescovo, orienteranno concretamente la pastorale diocesana nei prossimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.