Un caffè con l’Ingegnere

Chiara Guanin
31-10- 2016
Sul fianco della confezione da cui sto estraendo una capsula per la macchinetta automatica del caffè mi appare la scritta “ The modern Art of Coffee “. La mia vecchia anima liceale traduce .Dunque, mantenendo ferme per il momento le corrispondenze arte – Art e caffè – Koffee, dall’unica sequenza di termini ammessa in Inglese, si possono ottenere almeno due traduzioni in Italiano, non del tutto equivalenti tra di loro :
“ la moderna arte del caffè “
“ l’arte moderna del caffè “
La prima determina l’oggetto nella sua identità attuale; privilegia, per dir così, la dimensione sincronica.
La seconda mette l’accento sull’evolversi delle caratteristiche dell’oggetto ; sottolinea cioè piuttosto la dimensione diacronica.
Certo, impagabile la sinteticità e la chiarezza dell’ Inglese,senza dubbio la lingua più adatta all’insegnamento alla Facoltà d’ Ingegneria. Ci vorrebbe però anche che ogni anno accademico si concludesse con un esame di Lingua e Letteratura italiana.
Utile a qualcosa? A niente di concreto, così a divagare col pensiero, a pensare.

Un pensiero su “Un caffè con l’Ingegnere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.